Corsi in offerta

Preservazione della fertilità: dalle indicazioni al laboratorio

Data inizio: 01/07/2018
Data fine: 31/12/2018
Data fine iscrizioni: 31/12/2018
Crediti ECM: 50.0
Durata in ore: 50
Obiettivo formativo: 3
Partecipanti totali : 500
Partecipanti rimanenti : 379
Prezzo: 150,00€
IVA esclusa: 122,95€

Negli ultimi anni, grazie al miglioramento dei regimi terapeutici, si è assistito ad una riduzione della mortalità dei giovani pazienti oncologici, i quali, però, potrebbero in futuro non avere possibilità riproduttive a causa dell’azione gonadotossica dei trattamenti antitumorali.

Una recente linea guida del National Institute for Health and Care Excellence (NICE, 2013) raccomanda che tutte le donne in età riproduttiva a cui sia stato diagnosticato un tumore, il cui trattamento potrebbe influire sulla fertilità, dovrebbero essere indirizzate ad uno specialista in medicina della riproduzione.

Il tema della Fertility Preservation, però, non è limitato agli oncologi ed ai loro pazienti ma diventa parte integrante del percorso terapeutico di diverse aree della medicina in cui l’evoluzione di patologie genetiche o croniche comporti una perdita precoce e definitiva della capacità riproduttiva.

Questo corso, sviluppato sotto la supervisione scientifica della Società Italiana della Riproduzione Umana, prende in esame le condizioni cliniche per le quali può essere proposta la preservazione della fertilità.

L’argomento è rivolto agli specialisti di medicina della riproduzione ed anche ad altri professionisti coinvolti nel processo di informazione ed assistenza al paziente a rischio di decadimento precoce della fertilità.

I docenti affronteranno l’argomento prendendo in analisi le indicazioni, la tecnica e le prospettive future per i pazienti di entrambi i sessi sia di età prepubere che adulta.

Il tema della conservazione elettiva ("social freezing") della fertilità, pur non avendo indicazione medica, verrà ugualmente affrontato alla luce del crescente interesse sociale.

Il corso è composto da 5 moduli tematici, suddivisi in capitoli, che affronteranno i diversi ambiti della Fertility Preservation meritevoli di approfondimento:

  • inquadramento   generale,   previsione   del   danno   gonadico   ed   accurata identificazione del rapporto rischio/beneficio;
  • indicazioni cliniche per la preservazione della fertilità maschile e femminile;
  • valutazione delle metodiche attualmente a disposizione dei pazienti, stato dell’arte e prospettive future;
  • assistenza psicologica, counselling genetico e considerazioni etiche;
  • decision-making in Fertility Preservation.

 

Professione: BiologoDisciplina: Biologo
Professione: InfermiereDisciplina: Infermiere
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Chirurgia generale
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Ematologia
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Endocrinologia
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Genetica medica
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Ginecologia e ostetricia
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Medicina generale (medici di famiglia)
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Medicina legale
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Oncologia
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Pediatria
Professione: Medico chirurgoDisciplina: Urologia
Professione: Ostetrica/oDisciplina: Ostetrica/o
Professione: PsicologoDisciplina: Psicologia
Professione: Tecnico sanitario laboratorio biomedicoDisciplina: Tecnico sanitario laboratorio biomedico

e tutte le disciplice affini o equipollenti (Visualizza discipline affini o equipollenti)

Scrivi una recensione

Nome:


La tua recensione: Note: Non inserire codice HTML!

Valutazione: Pessimo           Buono

Inserisci il codice nel box sottostante:




Powered by Formedica Scientific Learning
FORMEDICA Srl Scientific Learning © 2018